CIV Misano 2, Gara 1: Lorenzo Zanetti trionfa in Superbike, cade ancora Michele Pirro

A Misano Lorenzo Zanetti si rilancia nella lotta per il titolo vincendo Gara 1. In Supersport Stefano Valtulini vince dopo una grande rimonta.

A Misano si sono svolte le prime gare della quarta tappa del CIV 2018 e tra i vincitori spiccano i due lombardi Lorenzo Zanetti e Stefano Valtulini, in trionfo rispettivamente in Superbike e in Supersport 600. Mentre il pilota bresciano è tornato alla vittoria sfruttando l’uscita di scena di Michele Pirro, Valtulini ha ottenuto la sua prima vittoria in Supersport con una grande rimonta, culminata in un bel sorpasso finale su Massimo Roccoli.

In Moto3 Kevin Zannoni ha dominato la gara dall’inizio alla fine, mentre nella Supersport 300 è prevalso Luca Bernardi. Collin Veijer (250 4T) e Filippo Bianchi (125 2T) i vincitori nella PreMoto3.

SUPERBIKE – La prima gara della Superbike ha riservato un importante colpo di scena al settimo dei 18 giri previsti: dopo aver mantenuto la prima posizione conquistata in qualifica, Michele Pirro ha perso il posteriore in uscita dalla Rio 2 e così il tester Ducati MotoGP è finito a terra nello stesso punto dove era caduto nelle prove libere. Questo ha spianato la strada a Lorenzo Zanetti che, dopo essere stato a lungo vicino a Pirro, si è ritrovato al comando in solitaria. Il bresciano del team Motocorsa Racing ha quindi conquistato la sua seconda vittoria stagionale dopo Gara 1 Imola e questo, complice il ritiro di Pirro e l’opaca prestazione del leader del campionato Matteo Ferrari (5°), rilancia le sue quotazioni nella lotta per il titolo. Dietro a Zanetti, la seconda posizione è stato un affare tra i protagonisti dell’Europeo Superstock 1000 Luca Vitali (BMW DMR Racing) e Roberto Tamburini (wild card con la BMW del team Berclaz Racing), con “Tambu” che ha battuto Vitali con un bel sorpasso all’ultimo giro. Giù dal podio Riccardo Russo e il già citato Ferrari, mentre a chiudere la top 10 troviamo Axel Bassani (sesto dopo essere stato terzo nelle prime fasi), Andrea Mantovani, Alessandro Andreozzi, Claudio Corti e Matteo Baiocco. Oltre a Pirro, si sono ritirati anche Alessandro Delbianco (entrato ai box dopo pochi giri), Francesco Cocco, Alessio Terziani e il debuttante Cristian Serri.

SUPERSPORT 600 – Al Misano World Circuit Marco Simoncelli è stata festeggiata la prima vittoria in Supersport di Stefano Valtulini (Kawasaki Pleo Racing Team). Anche in questa occasione la SS600 ha offerto una gara combattutissima e ricca di emozioni, con un folto gruppo di piloti a scambiarsi le posizioni fino alla fine. Dei sette piloti del gruppo, i due più veloci sono stati Massimo Roccoli (Yamaha GAS Racing Team) e Marco Bussolotti (Yamaha Rossocorsa Edard), che sono rimasti in prima e seconda posizione per buonissima parte della corsa. Ma a emergere nei giri finali è stato Stefano Valtulini, che dopo una bel recupero ha agganciato il primo gruppo e sorpassato uno dopo l’altro lo stoico Kevin Manfredi (in pista con astragalo e calcagno sinistri fratturati), Davide Stirpe, Lorenzo Gabellini, Mattia Casadei, Bussolotti e infine Roccoli, infilato alla Curva della Quercia al penultimo giro. “Valtu”, ex-Mondiale Moto3, ha così trionfato davanti a Roccoli e Bussolotti (che rimane primo in campionato), mentre Casadei e Gabellini hanno chiuso la top 5. Solo sesto il Campione Italiano in carica Davide Stirpe, che ha preceduto Manfredi. Da segnalare le tante cadute viste nei primi giri: il primo a finire a terra è stato Michel Fabrizio, seguito poi da Marco Muzio, Noriyuki Haga, Luigi Morciano e Lorenzo Petrarca (per quest’ultimo brutto volo al Curvone).

MOTO3 – Come ampiamente pronosticabile, visti i risultati delle prove, Kevin Zannoni ha dominato la Gara 1 della Moto3 a Misano. Il pilota di Cesena, alfiere TM Racing Factory 3570 MTA, ha imposto fin da subito un passo tra l’1’43. alto e l’1’44. basso insostenibile per i suoi avversari e alla fine ha vinto con quasi 13 secondi di vantaggio sul secondo. Se la prima posizione ha avuto da subito un “proprietario” certo, non si può dire lo stesso per i restanti due posti sul podio: dietro al vincitore, otto piloti si sono dati battaglia fino alla fine a suon di sorpassi e staccate al limite e alla fine a prevalere è stato Raffaele Fusco (TM Gradara Corse), col Campione Italiano in carica Nicholas Spinelli (Honda Gresini Racing Junior Team) terzo. Della lotta per il podio hanno fatto parte anche Edoardo Sintoni (spesso secondo), Nicola Fabio Carraro (veloce soprattutto in partenza), Lorenzo Bartalesi, Davide Pizzoli (al rientro dopo una difficile parentesi nel CEV col team di Max Biaggi) ed Anthony Groppi, arrivati in quest’ordine dal quarto all’ottavo posto, mentre Elia Bartolini ha abbandonato il gruppo al penultimo dei 16 giri previsti per una caduta in uscita dalla Misano 1 (pilota OK). Un’altra caduta da segnalare è quella poco prima della bandiera a scacchi di Thomas Rossi e Davide Baldini, caduti sul rettilineo d’arrivo dopo un contatto (fortunatamente senza conseguenze).

SUPERSPORT 300 – Luca Bernardi, Campione Italiano di categoria in carica, ha conquistato in Gara 1 la sua prima vittoria stagionale. Il pilota sammarinese aveva imposto un ritmo forsennato già dopo la partenza, ma la bandiera rossa per la caduta di Francesco Pastore al quarto giro lo ha poi costretto a ricominciare tutto daccapo. Alla ripartenza il pilota del Team Trasimeno si è portato al comando con la sua Yamaha e lì ha tentato nuovamente di lasciare dietro i suoi avversari, salvo poi essere ripreso da Manuel Bastianelli (Kawasaki PRODINA IRCOS), Kevin Sabatucci (Yamaha ProGP) e il protagonista del Mondiale Galang Hendra Pratama (wild card col team Yamaha BIBLION MotoXRacing). I quattro si sono giocati il primo posto fino al penultimo giro, perché nella tornata finale Bernardi ha riallungato con un ultimo colpo di reni, cosa che di fatto gli ha consegnato la vittoria. Dietro di lui Bastianelli e Sabatucci hanno completato il podio, recuperando così punti importanti su un Thomas Brianti in grande difficoltà: l’ex-leader del campionato (scavalcato da Bastianelli) sta vivendo un weekend molto difficile e in gara è stato protagonista di una caduta alla Rio 1 mentre era nelle retrovie. Tornando alla classifica, la top 10 è chiusa da Giacomo Mora, Marco Carusi, Jacopo Facco, Alessando Arcangeli, Nicola Bernabè e Leonardo Carnevali.

PREMOTO3 – La Gara 1 della PreMoto3 è stata nel segno di Collin Veijer. Inizialmente il pilota olandese della Speed Up si è ritrovato in lotta con Alessandro Morosi, ma la scivolata di quest’ultimo al secondo giro ha spianato la strada a Veijer, che da lì in avanti ha mantenuto un buon vantaggio sui suoi inseguitori, andando così a vincere nuovamente dopo il trionfo in Gara 1 a Imola. Dietro di lui Davide Cangelosi (3570 MTA), Nikolas Marfurt (2 Wheels PoliTo) e Matteo Boncinelli (RMU VR46 Riders Academy) si sono giocati la seconda posizione con continui sorpassi e alla fine a prevalere è stato Boncinelli, che nel finale ha regolato Marfurt e Cangelosi. Quinto posto per Mattia Rato, mentre Alberto Surra (7°) è nuovamente leader del campionato 250 4T complice il ritiro di Morosi. Nella 125 2T vittoria di Filippo Bianchi (16° assoluto) davanti a Mirko Gennai (17°) e al leader del campionato Jacopo Adriano Hosciuc (19°).

Photo Credit: Marco Lanfranchi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy