Ana Carrasco resta in Supersport 300 per difendere il Mondiale

La 21enne spagnola avrà la Kawasaki gestita dalla stessa struttura che segue Jonathan Rea. “Voglio lottare per il podio in tutte le gare”

Adesso è ufficiale: Ana Carrasco resta in Supersport 300 per difendere il Mondiale conquistato la passata stagione. La prima ragazza a vincere un titolo iridato contro i piloti maschi guiderà la Kawasaki 400 gestita dal team Provec, la stessa struttura ufficiale che segue Jonathan Rea in Superbike. La filiale europea di Kawasaki ha deciso di sviluppare un programma su misura, in una categoria che sta diventando sempre più competitiva. L’impegno nel Mondiale non impedirà ad Ana di continuare gli studi del secondo anno della facoltà di Giurisprudenza, Qui gli iscritti al Mondiale 2019

“Sono molto felice di essere rimasta con Kawasaki,  vorrei ringraziare sinceramente tutto il lavoro svolto dal DS Junior Team nel 2018,” ha commentato Ana Carrasco. Nonostante tutte le attività di pubbliche relazioni di questi ultimi mesi dopo essere diventato campione del mondo, la mia priorità è sempre stata quella di trovare le migliori risorse tecniche per affrontare la stagione 2019. Avrò il numero  1 e questo significa che la pressione sarà essere estremamente alto, vedremo se saremo capaci di essere di nuovo al più alto livello“.

Il Mondiale Supersport 300, categoria di contorno della Superbike, scatterà il 7 aprile dal Motorland Aragon, in Spagna. Qui gli iscritti 2019

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy